La Nutrizionista Carla Frongia

Una persona non può pensare bene, amare bene, dormire bene, se non ha mangiato bene. Virginia Woolf

Pane fatto in casa con poco sale.

Mi sto appassionando tanto a fare il pane e sto facendo esperimenti 😀


Oggi ho provato un pane che potrebbe andare benissimo per persone ipertese o con problemi di ritenzione idrica, perché a bassissimo contenuto di sodio.


Ho usato il gomasio al posto del sale. Il gomasio ha origine nella cucina giapponese ed è un condimento a base di semi di sesamo tostati e triturati a cui viene aggiunto pochissimo sale marino (5%).20180118_130405


I semi di sesamo sono ricchi di grassi “buoni”, di sali minerali come calcio, ferro e fosforo.


Passiamo a ingredienti e procedimento 😀


Ingredienti:

  • 1 kg di farina integrale

  • lievito di birra fresco 15 gr (per chi avesse il lievito madre ovviamente è da preferire!)

  • gomasio 30 gr

  • semi vari (girasole, zucca, lino, sesamo ecc) 60 gr

  • acqua (io impast e man mano aggiungo non so darvi una dose esatta anche perché cambia a seconda della farina)


Procedimento:

Faccio sciogliere il lievito in un po’ d’acqua tiepida, preparo circa 900 gr di farina in una ciotola capiente e inizio ad impastare con il lievito e poca acqua che aggiungo man mano. Aggiusto la consistenza con la farina e l’acqua. I 100 gr di farina che ho lasciato servono appunto per aggiungerne nel caso servisse.


Lavoro energicamente per 10 minuti sulla spianatoia per circa 10 minuti e ripongp l’impasto nella ciotola, chiudo con della pellicola o un canovaccio e ripongo dentro il forno spento (così si evitano sbalzi termici) per circa un’oretta.


A questo punto impasto di nuovo aggiungendo il gomasio e i semi. Lascio circa 10/15 gr di semi per guarnire la la parte superiore delle pagnotte prima della cottura faccio lievitare tutta la notte (la quantità di lievito infatti è in rapporto alla lunga lievitazione, se fosse più breve dovrei metterne di più). Io sto praticamente sperimentando man mano diminuendo sempre più il lievito.


La mattina successiva preparo le pagnotte aggiungendo i semi sulla superficie, ancora una mezz’oretta di riposo e poi inforno a 200° per circa 45 minuti (controllate ogni tanto), forno non ventilato e con una vaschetta di acqua sul fondo del forno per assicurare la giusta umidità.


Et voilà il pane con poco sale ma molto gusto per tutta la settimana!

Parecchia soddisfazione bisogna essere onesti 😀

Al prossimo aggiornamento

Carla

2018-01-21 12.53.24

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

Follow La Nutrizionista Carla Frongia on WordPress.com

Statistiche del Blog

  • 68,662 hits
Follow La Nutrizionista Carla Frongia on WordPress.com

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Segui assieme ad altri 102 follower

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: