La Nutrizionista Carla Frongia

Una persona non può pensare bene, amare bene, dormire bene, se non ha mangiato bene. Virginia Woolf

I miei genitori sono in sovrappeso perciò lo sono anche io: realtà o scusa?

Fat overweight family

Tantissime volte sento la frase: “I miei genitori e i miei fratelli sono in sovrappeso, siamo di costituzione così, io ho questi chili in più per questo motivo”.


Questa affermazione è in parte vera, in parte no e ora vi spiego bene attraverso l’esempio degli abitanti delle isole Samoa nel Pacifico.

samoa


Questa popolazione sta vivendo ormai da qualche tempo un dramma vero e proprio per quanto riguarda obesità, diabete e patologie correlate e sono stati materia di studio da un punto di vista genetico. Grazie a loro si è scoperta la presenza del “gene dell’obesità”.


La predisposizione ce l’avevano scritta nei cromosomi da sempre ma è stato solo il contatto con la civiltà del junk food [cibo spazzatura]e delle calorie low cost [a basso costo] a trasformarli in fenomeni di obesità” (cliccando qui si va all’articolo completo da cui ho preso questa frase).


Traduzione: ok, la predisposizione ad una determinata patologia possiamo anche averla ma sarà poi l’ambiente e lo stile di vita a far sì che la predisposizione diventi una realtà.


Quando faccio la spesa e aspetto il mio turno in cassa sono sempre molto curiosa di vedere la relazione tra la persona e i prodotti.


Vi dico cosa aveva la persona prima di me ieri sera (donna sui 35 anni con bimbo di forse 4 anni): pizze surgelate, spinacine, succhi di frutta e aranciata gassata, pane confezionato da toast, biscotti, insalate tagliate e confezionate, mousse di tonno in tubetto, crackers.


Erano entrambi visibilmente in sovrappeso: secondo voi davvero solo per la loro probabile predisposizione?


Ovviamente ora sto parlando a grandi linee, esistono persone magre che mangiano malissimo e persone in sovrappeso che mangiano bene ma diciamo che, generalmente,  la relazione sovrappeso-alimentazione scorretta- inattività è molto stretta.


Tanti di voi staranno sbuffando mentre pensano: “Che esagerata e pignola questa nutrizionista, ha comprato cose normali e comunissime!”

Peccato che normali e comunissime non voglia dire necessariamente sane ma il trucco sta nel non abusarne. Posso anche bere una volta ogni tanto la coca ma non posso berla ogni santo giorno e magari in accoppiata con merendine e simili.


Gli abitanti delle isole Samoa hanno sviluppato nel corso dei millenni la capacità di sopravvivere alla mancanza di cibo grazie a quel gene ma nel momento in cui sono entrati in contatto quotidianamente con l’alimentazione degli Stati Uniti allora quel gene si è rivelato la rovina della loro salute.


Chi è “di costituzione” tendente al sovrappeso dovrà  stare più attento di una persona non predisposta ma in tutti i casi la vera arma utile e vincente per essere in buona salute è agire noi attivamente nella scelta degli alimenti e dell’attività fisica.

Coraggio coraggio 😀

Al prossimo aggiornamento

Carla

  • Articoli interessanti di approfondimento

http://www.quotidianosanita.it/scienza-e-farmaci/articolo.php?articolo_id=42026

http://www.scienceinschool.org/it/2014/issue28/epigenetics

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

Follow La Nutrizionista Carla Frongia on WordPress.com

Statistiche del Blog

  • 63,469 hits
Follow La Nutrizionista Carla Frongia on WordPress.com

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Segui assieme ad altri 100 follower

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: