La Nutrizionista Carla Frongia

Una persona non può pensare bene, amare bene, dormire bene, se non ha mangiato bene. Virginia Woolf

Come i supermercati ci inducono a comprare di più e come difenderci

meet-men-at-the-local-supermarket

Oggi, mentre ero in cassa al supermercato, ho riflettuto su quanto io controlli ciò che vedo poggiato sul rullo, degli altri clienti 😀

Mi spiego.

Mi piace riflettere su ciò che comprano le persone, vedere la correlazione fra gli alimenti e anche con la persona stessa, capire un po’ chi è da cosa compra. Una sorta di esperimento continuo di sociologia.

E purtroppo questo non è solo un gioco che faccio io: ormai da 50 anni le aziende studiano la psicologia per incrementare le vendite dei propri prodotti.

Vi scrivo qualche informazione utile per “arginare” il problema del comprare sempre più del necessario, che porta inevitabilmente a mangiare troppo e male:

  • Fare la spesa a stomaco pieno: la fame potrebbe farci comprare tanti alimenti inutili.

  • Fare una lista della spesa precisa e seguirla.

  • Non farsi tentare troppo dalle offerte alimentari del 3*2: spesso, quello stesso cibo per cui si è risparmiato, poi si butta perché scaduto oppure se ne mangia troppo.

  • Se si va coi bambini imporre delle regole prima di entrare (per esempio compriamo un ovetto e punto!) e non cedere ai capricci, in maniera pacata ma ferma; i prodotti che loro desiderano sono messi alla loro altezza e saranno messi a dura prova di resistenza. E voi con loro.

  • I prodotti come caramelle e cioccolati sono nelle casse, per indurre all’acquisto dell’ultimo secondo: provate a non guardare o soffermarvi, non so chiacchierate con la persona dopo di voi 😊

  • I prodotti “sani” sono in punti nascosti o non semplici da raggiungere: troppo in alto o troppo in basso: ogni tanto spostate lo sguardo in queste zone.

  • I prodotti di prima necessità (per esempio l’acqua) non sono mai facili da trovare per indurci a girare per tutto il negozio e comprare di più.

  • Luci, colori, musica, odori sono studiati per incentivare la spesa: state meno tempo possibile dentro il negozio.

  • Anche il “percorso” è quasi obbligato: provate a farlo al contrario, comprerete meno e ciò che vi è davvero necessario.

  • Se si paga con i contanti si compra circa il 30% in meno di quando si usano le carte.

Portando avanti questi primi punti vi assicuro che ne guadagnerete in tempo, soldi e salute!

Fate un tentativo 😀

Al prossimo aggiornamento

Carla

2 commenti su “Come i supermercati ci inducono a comprare di più e come difenderci

  1. altrove*
    5 febbraio 2016

    Verissimo…proprio per questo, quando è possibile, il buon classico mercato (non solo ortofrutticolo, ma dei più diversi generi alimentari) è molto più appagante, sia come qualità della spesa, sia come qualità delle relazioni con i commercianti.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

Follow La Nutrizionista Carla Frongia on WordPress.com

Statistiche del Blog

  • 102.834 hits

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Segui assieme ad altri 108 follower

Follow La Nutrizionista Carla Frongia on WordPress.com

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Segui assieme ad altri 108 follower

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: