La Nutrizionista Carla Frongia

Una persona non può pensare bene, amare bene, dormire bene, se non ha mangiato bene. Virginia Woolf

Vedersi grassi pur essendo magrissimi: ecco spiegato il perché.

L’immagine che abbiamo di noi stessi non è sempre quella reale.

“Sono grassa! Guarda i miei fianchi! E la pancia? Sono enorme!”

Quante volte abbiamo sentito dire queste frasi da una persona magra, magari addirittura sottopeso?

Molte. Troppe.

E tante volte il primo pensiero che ci passa per la testa riguardo questa persona  è vuoi attirare l’attenzione su di te per sentirti dire maaa nooo sei magrissimaaaa oppure vuoi far pesare ad altre persone la tua “perfezione” oppure pensiamo sei fissata.


Userò prettamente il femminile in questo articolo, perché sono le donne per la maggior parte le attrici di queste scene.


Alcune volte, sì, magari è solo insicurezza e si cerca conferma denigrando se stessi o gli altri.

Ma altre volte… molte altre volte c’è un dramma in corso, di cui noi siamo totalmente all’oscuro.


I disturbi alimentari sono delle patologie vere, serie e codificate dalla medicina.

I disturbi alimentari esprimono un disagio affettivo, emozionale, psicologico di quella persona, attraverso il rapporto distorto col cibo e con il proprio corpo.

Anoressia, bulimia, Binge, Nes…tanti nomi, tante etichette ma il nocciòlo è sempre lo stesso: un rapporto distorto col cibo, con me stessa, con gli altri, col mio corpo.


Esistono nuovi studi, di neuroimaging, che fotografano le aree del cervello che si attivano in seguito ad un determinato stimolo.

Si fa una risonanza magnetica al cervello e la si studia.

normal-brain

Donna non affetta da disturbo alimentare che si guarda allo specchio.

Questa foto vi mostra il cervello di una donna che non ha un disturbo alimentare mentre si guarda allo specchio. Potete vedere come varie aree del cervello siano colorate e illuminate.


Ora guardate attentamente questa foto.

Donna con anoressia che si guarda allo specchio.

La persona che si sta guardando allo specchio è una donna con l’anoressia.

Vedete che è praticamente tutto spento? Ci sono giusto 3 puntini accesi.  Un corto circuito perfetto.


Quella donna, che si starà guardando disgustata allo specchio, che si starà odiando perché è grassa e vuole dimagrire, non sta facendo capricci.

Lei non vede. Lei non si vede. Non vede la realtà oggettiva. Lei percepisce solo l’immagine che ha di se stessa, che è enorme. E puoi ripeterglielo 2000 volte che è magra e non è grassa.


Se a me, scura di capelli, mi venissero a dire che sono bionda ci crederei? Io mi vedo mora e non mi convincerebbe nessuno che non lo sono!!

Colpevolizzare queste ragazze, queste donne, che si vedono diverse da ciò che sono è come colpevolizzare un daltonico che non riesce a percepire tutti i colori. Potremmo mai dire che fa i capricci? Che se la tira?


Il punto è che queste sono informazioni che in pochi sanno e infatti sono qui a “raccontarvi” di questi studi perché più si conosce, più si può capire l’altro e magari evitare di far stare ancora peggio una persona che ha un problema.


Io come nutrizionista intergisco direttamente con chi vive in prima persona questa “percezione errata” della propria immagine e sarebbe inutile dire tranquilla non sei grassa come credi.

Per farglielo capire davvero, oltre parlare di questi studi, uso alcune tecniche di lavoro con il metro (misurando il corpo quindi) oppure disegnando la propria immagine. Ovviamente non posso fare tutto da sola, c’è bisogno di una squadra composta oltre che dal nutrizionista, dal medico, dallo psichiatra e dallo psicologo.

Lo stupore nel viso di queste ragazze mi colpisce ogni volta: “Oddio ma allora non ho le gambe così grosse…ho la pancia più piatta di ciò che credessi…“. Una scoperta copernicana per loro, con gli occhi che spesso diventano lucidi, con sentimenti misti di gioia, paura e sorpresa.

Prendere consapevolezza che ho un problema è sempre il primo passo per migliorare. Se non conosco il mio nemico non posso combattere.

E se tutti intorno a me fossero in grado di capire che ho un problema e che ho bisogno del loro supporto invece che della loro stigmatizzazione potrei avanzare ancora di più.

Spero davvero tanto che questo mio articolo arrivi a più persone possibile.

Al prossimo aggiornamento.

Carla

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

8 commenti su “Vedersi grassi pur essendo magrissimi: ecco spiegato il perché.

  1. pinkyfrank2016
    8 gennaio 2016

    Io non ho problemi alimentari,eppure quando mi guardo allo specchio non mi vedo magra,nonostante io abbia perso quasi 20kg…quando il cervello è abituato ad avere una determinata immagine di sè stessi,è difficile farle cambiare percezione!

    Mi piace

    • carlafrongia
      11 gennaio 2016

      eccomi cara scusa il ritardo. si questo è un altro “scherzo” che ci fa il nostro cervello, siamo talmetne abituati a vedervi in un modo che la nuova immagine fa fatica ad imprimersi nella nostra mente. ci vanno parecchi mesi prima di fare nostra la nuova corporeità

      Mi piace

      • pinkyfrank2016
        11 gennaio 2016

        Nel mio caso direi anni,sono magra da 10 anni ormai 😄

        Mi piace

      • carlafrongia
        11 gennaio 2016

        ah! mmm a breve pubbicherò un articolo sulla percezione corporea, cercherò di dare qualche risposta utile anche in casi come il tuo.

        Piace a 1 persona

  2. Sinergia - alimenta corpo mente e anima
    11 gennaio 2016

    Ciao Carla, mi è piaciuto questo articolo e il tono con cui l’hai scritto.
    Ho trovato affascinante inserire le due foto dei cervelli.
    Grazie
    Enrica

    Mi piace

    • carlafrongia
      11 gennaio 2016

      Grazie a te Enrica. Per me è molto importante fare “divulgazione” di notizie magari un po’ tecniche e di nicchia ma che invece aiuterebbero tanto tutta la popolazione. E questo credo sia un nodo cruciale.

      Mi piace

  3. Daniele Russo
    7 agosto 2018

    Salve mi può mandare la sua mail? La mia ragazza si vede grassa pur essendo sottopeso e penso che lei la possa aiutare. L’unico problema é che la mia ragazzaé di bergamo e io sono di sassari. Aspetto una risposta al più presto, grazie

    Mi piace

    • Carla Frongia
      7 agosto 2018

      carlafrongia.nutrizionista@gmail.com oppure scrivetemi via sms o whatspp al 3663528184 . l’unico problema è che io vado in ferie quindi nel caso potremmo sentirci per fissare per settembre (seguo anche via skype) oppure per aiutarvi a trovare qualcuno a bergamo, che sarebbe la cosa migliore. ci aggiorniamo e intanto buona giornata

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

Follow La Nutrizionista Carla Frongia on WordPress.com

Statistiche del Blog

  • 102.904 hits

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Segui assieme ad altri 108 follower

Follow La Nutrizionista Carla Frongia on WordPress.com

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Segui assieme ad altri 108 follower

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: