La Nutrizionista Carla Frongia

Una persona non può pensare bene, amare bene, dormire bene, se non ha mangiato bene. Virginia Woolf

Diamoci una mossa a pensare alla salute dei nostri bambini

Argomento molto serio e importante: la galoppante e crescente obesità infantile.

Nell’immagine tratta da questo sito, con dati del programma “Okkio alla Salute” del Ministero della Salute, possiamo vedere la situazione del sovrappeso nei bambini italiani.

 

Il sud ha un numero maggiore, con una eclatante punta del 48 % in Calabria.

Quarantotto percento di bambini in sovrappeso.

La metà dei bambini. Non so se vi arrivi la gravità della situazione.


La Sardegna, dove vivo, sino al 2008 aveva gli stessi valori della Valle d’Aosta, quindi andava tutto bene e oggi, solo 7 anni dopo, è arrivata ai valori del centro Italia.

La situazione generale comunque è in costante peggioramento.

In Europa, i paesi con simili problemi sono la Spagna e la Grecia ma noi, il paese del buon cibo e del sole, deteniamo il primato europeo di obesità infantile. Un dramma.


Va da sé, intuitivamente, che tutto ciò è semplicemente specchio di ciò che sta avvenendo a livello sociale, politico ed economico.

Meno soldi >> più cibo spazzatura

Meno strutture dove poter giocare o fare sport >> più tempo passato davanti la tv

Meno istruzione >> meno consapevolezza del problema

Riguardo quest’ultimo punto mi aggancio ancora all’immagine: in basso a destra dice che il 30% delle mamme di bambini in sovrappeso pensa che il figlio non mangi troppo e/o male.

Molti genitori di bambini in forte sovrappeso mi chiedono che integratori dare al proprio figlio visto che fa 50 minuti di nuoto due volte la settimana.

C’è, evidentemente, qualcosa da cambiare.


Nel frattempo, in maniera geniale, il McDonald continua a proporre attività di gioco e svago nei loro punti vendita, menù accattivanti, il massimo della comodità per i genitori, per potersi assicurare i clienti del futuro.

I bambini “ammaestrati” oggi a vivere il fast food come normalità, molto molto probabilmente lo faranno domani, una volta cresciuti.


Cosa fare?

1) Capire che c’è un problema.

2) Camminare e giocare all’aria aperta.

3) Fare le scale ed evitare l’ascensore, parcheggiare l’auto più lontano o scendere ad una fermata prima dell’autobus.

4) Evitare di portare i bambini più grandi nel passeggino (per comodità si portano bimbi anche di 4-6 anni..).

5) Non comprate merendine, patatine, succhi di frutta, dolciumi: se non ce n’è in casa è più facile che il consumo si riduca, dire “no non puoi mangiarne ti fanno male” ma la dispensa è piena non è un messaggio coerente e soprattutto non serve a nulla e porta frustrazione per tutti.

6) Non usare il cibo come premio, punizione, consolazione o ricatto.

7) Fast food raramente.

8) Ridurre drasticamente tv, computer, cellulari e tablet, che incentivano il consumo di cibo non necessario e cibo spazzatura e inchiodano il bambino nel divano. Intendo spegnete proprio voi tutto. Non importa che faccia i capricci, dategli altro da fare: lo fate per la loro salute. 

Se il bambino trova la tv sempre accesa in casa è ovvio che ne sia ipnotizzato…per poi magari sgridarlo e dirgli non puoi sempre guardare la tv. SPE-GNE-TE-LA.

9) Spiegare ai nonni che dare due primi e due secondi non è fare il bene del bambino e che non siamo nel dopoguerra.


I bambini imparano dal nostro esempio e da ciò che vedono, non da cosa diciamo loro. Come se urlassimo tutto il giorno e dicessimo, urlando, di non urlare. Parliamo piano 😀

esempio

Al prossimo aggiornamento

Carla

3 commenti su “Diamoci una mossa a pensare alla salute dei nostri bambini

  1. mrspaltrow
    26 ottobre 2015

    Dati paurosi….

    Mi piace

  2. Pingback: I tre tipi di obesità infantile | La Nutrizionista Carla Frongia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

Follow La Nutrizionista Carla Frongia on WordPress.com

Statistiche del Blog

  • 102.904 hits

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Segui assieme ad altri 108 follower

Follow La Nutrizionista Carla Frongia on WordPress.com

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Segui assieme ad altri 108 follower

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: