La Nutrizionista Carla Frongia

Una persona non può pensare bene, amare bene, dormire bene, se non ha mangiato bene. Virginia Woolf

Colazione da re, pranzo da principe e cena da povero.

colaz

Questa sorta di detto l’ho sentito per la prima volta in un corso di alimentazione di qualche anno fa.

Rende bene, bisogna dirlo! Mangiare abbondantemente a colazione, un pranzo corretto per affrontare la seconda parte della giornata e una cena leggera prima di dormire.

Basterebbe seguire questa semplice abitudine per iniziare ad avere dei benefici concreti.

Purtroppo i ritmi che abbiamo hanno totalmente stravolto ciò che sarebbe più naturale fare e, infatti, quanti di noi non fanno la colazione che con un misero caffè, poi mangiano un tramezzino al volo per pranzo, (magari davanti al computer..pure) e poi a cena ingurgitano tutto quello che avrebbero dovuto mangiare nell’arco della giornata???

Moltissimi!!! Non c’è bisogno lo dica io ne sono consapevole.

Questa inversione crea  ovviamente degli effetti sul nostro corpo:

  • Non sono concentrata e serena durante il giorno. Sono molto più sensibile a qualsiasi attacco-problema e non lo posso risolvere tranquillamente e razionalmente: il mio cervello non ha abbastanza nutrimento per ragionare.

  • Abituo il mio organismo ad una situazione che dovrebbe essere di emergenza (il digiuno o quasi) facendo sì che abbassi il metabolismo e quindi tutto sia rallentato.

  • Mangio a cena tutto ciò che c’è nel frigo e nella dispensa (e anche il frigo e la dispensa qualora non bastasse!!) poco prima di andare a dormire: cosa se ne fa il mio corpo di tutta quella energia in questo particolare momento? Niente.

  • Se ho dei figli è molto probabile che imparino a fare lo stesso.

Che fare?

Spesso è solo questione di organizzazione, spesso ci sono delle difficoltà oggettive è vero, per esempio orari di lavoro troppo frenetici.

In ogni caso si può sempre migliorare, anche se fosse solo un pasto e non tutta la giornata perfetta, comunque inizierei a migliorare la qualità della mia vita e la mia salute psico-fisica. Non c’è assolutamente bisogno di stravolgere le abitudini che ho per stare meglio, piano piano, passo dopo passo, prendere coscienza da soli o con l’aiuto di un professionista di quali sono i punti critici più importanti e iniziare da lì. Poi si potrà pensare al resto. Provate è più semplice di ciò che sembra!

Al prossimo aggiornamento

Carla

Un commento su “Colazione da re, pranzo da principe e cena da povero.

  1. Pingback: Come calcolare una porzione di spaghetti senza bilancia | La Nutrizionista Carla Frongia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

Follow La Nutrizionista Carla Frongia on WordPress.com

Statistiche del Blog

  • 102.834 hits

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Segui assieme ad altri 108 follower

Follow La Nutrizionista Carla Frongia on WordPress.com

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Segui assieme ad altri 108 follower

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: